Finest S.p.a. - Il tuo business partner nel mondo » News da Finest

Home page > Press room > News da Finest


Romania – Tutte le misure economiche post-Covid per le aziende internazionalizzate nel Paese

24/06/2020

Anche la Romania ha avviato una serie di misure economiche per sostenere l’economia locale dopo la grave emergenza sanitaria ed economica conseguente alla diffusione a livello globale del Covid-19.

Le misure attualmente in vigore, che riportiamo in seguito, riguardano le MICRO, PICCOLE E MEDIE IMPRESE e verranno probabilmente rafforzate ed estese anche alle GRANDI imprese e per l’ATTRAZIONE DI INVESTIMENTI ESTERI, secondo le dichiarazioni rilasciate il 22/06/20 dal primo ministro romeno Ludovic Orban:

"In breve, nel piano che lanceremo entro un massimo di dieci giorni, stiamo preparando un regime di aiuti di Stato per garantire prestiti a grandi società, per iniettare risorse finanziarie, sostenere i loro investimenti e sostenere il loro capitale circolante. Ripenseremo il regime di aiuti di Stato per gli investimenti green field al fine di stimolare il più possibile gli investimenti effettuati dalle aziende che vogliono venire in Romania, o dalle aziende presenti in Romania, ma che vogliono sviluppare nuove capacità produttive”, ha detto Orban. “Stiamo sviluppando un intero piano di sovvenzioni per le PMI", ha dichiarato Orban. Il primo ministro ha precisato che la Romania ha oltre 2,2 miliardi di euro delle risorse a sua disposizione a seguito dell'aumento della flessibilità tra i fondi, denaro che verrà assegnato in aiuti agli investimenti alle imprese. "A differenza di altri paesi, noi abbiamo limitato le restrizioni. Non abbiamo chiuso l'economia come hanno fatto altri paesi", ha detto Orban. Il primo ministro ha indicato che, a maggio, il numero di dipendenti con contratti di lavoro è quasi uguale a quello del 2019, con solo 14 mila dipendenti in meno".

Ricordiamo che nel Paese dal 15/05/20 è stata decretata la fine dello “Stato di Emergenza” e l’inizio dello “Stato di Allerta”, che prevede ancora delle restrizioni al libero ingresso nel Paese.

Si precisa che dal 23/06/20  sono state revocate la misura di quarantena/isolamento per i viaggiatori provenienti dall’Italia e quella di sospensione dei voli da e per l’Italia: https://ambbucarest.esteri.it/ambasciata_bucarest/it/archivio-news/coronavirus.html

La cessazione dello Stato d’Emergenza ha fatto decadere alcune misure adottate precedentemente, mentre sono rimaste in essere le seguenti:

  • la validità dei documenti rilasciati dalle autorità pubbliche scaduti durante lo stato di emergenza è prorogato di 90 giorni a decorrere dalla fine dello stato di emergenza (come stabilito dal  Decreto Presidenziale sullo stato d’Emergenza dd 16/03/2020 e dal Government Emergency Ordinance no. 70/2020)
  • i beneficiari di fondi europei che avevano risentito dell'adozione delle misure collegate al decreto dello stato di emergenza possono decidere, di concerto con le Autorità di Gestione e gli organismi intermedi, di sospendere i contratti, secondo le apposite disposizioni legislative (come stabilito dal Decreto Presidenziale sullo stato d’Emergenza dd 16/03/2020)
  • l'imposta di claw back per il primo trimestre 2020 è limitata al livello del quarto trimestre del 2019 (Legge 53/2020 dd 18/05/2020)
  • sono invece scaduti i termini per richiedere i certificati di stato di emergenza (dal 15/06/20).

Per ciò che riguarda le misure economiche attuali per le PMI significativamente colpite dalla crisi generata dal COVID-19 - in attesa le nuove misure dichiarate vengano rese note e per le quali sarà nostra cura fornirvi un aggiornamento – queste sono contenute nel Programma – IMM INVEST ROMANIA-Ordinanza n. 42/2020 https://www.imminvest.ro/

L’Ordinanza n. 42/2020 – “IMM Invest Romania”, modifica e integra O.U.G. n. 110/2017, al fine di aggiornare la legislazione esistente per garantire la liquidita delle PMI  durante il periodo in cui si manifestano gli effetti del COVID-19 e per garantire il proseguimento dell’attività e il pagamento del personale impiegato nel periodo di pandemia, entro la data di 31 dicembre 2020. Il Governo romeno ha previsto di sostenere l’urgente necessità dell’erogazione di finanziamenti bancari, fornendo garanzie statali per prestiti concessi dalle banche alle PMI, nonché sovvenzioni per i costi di interesse e le spese di garanzia, per un periodo di tempo limitato.

Le misure si applicano in modo differenziato per le MICRO E PICCOLE IMPRESE e per le MEDIE IMPRESE e sono finalizzati a finanziare il capitale circolante e gli investimenti.

CAPITALE CIRCOLANTE:

  • per micro e piccole imprese:
  1. finanziamenti per un capitale circolante fino a 1.000.000 lei per le piccole imprese e fino a 500.000 lei per le microimprese;
  2. garanzie statali fino al 90% dell'importo del prestito;
  3. la durata del finanziamento è di 36 mesi, con possibilità di proroga per altri 36 mesi;
  4. tasso di interesse robor a 3 mesi + 2,5% / anno, sovvenzionato al 100% dal bilancio statale;
  5. i costi per la concessione, il monitoraggio e la gestione delle garanzie concesse a nome e conto dello Stato saranno a carico del bilancio dello Stato.
  • per le medie imprese:
  1. finanziamento fino a 5.000.000 di lei;
  2. garanzie statali per un massimo dell'80% del valore dei prestiti;
  3. la durata del finanziamento è di massimo 36 mesi, con possibilità di proroga per altri 36 mesi;
  4. il tasso di interesse robor a 3 mesi + 2,5% / anno è sovvenzionato al 100% dal bilancio statale;
  5. i costi per la concessione, il monitoraggio e la gestione delle garanzie concesse a nome e conto dello Stato saranno a carico del bilancio dello Stato.

INVESTIMENTI:

  • per micro e piccole imprese e medie imprese:
  1. finanziamento per un importo fino a 10.000.000 lei;
  2. garanzie statali fino ad un massimo dell'80% del valore dei prestiti, esclusi interessi, commissioni e spese connesse;
  3. la durata del finanziamento è fino a 72 mesi, con possibilità di un periodo di tolleranza di max.  18 mesi;
  4. il tasso di interesse robor a 3 mesi + 2% / anno è sovvenzionato al 100% dal bilancio statale;
  5. i costi per la concessione, il monitoraggio e la gestione delle garanzie concesse a nome e conto dello Stato saranno a carico del bilancio dello Stato.

 Gli importi concessi conformemente alle condizioni del programma non possono essere utilizzati per rifinanziare altri stanziamenti in corso.

Le agevolazioni finanziarie garantite dallo Stato non possono superare tuttavia  il valore più elevato dalle seguenti 3 categorie, per ciascun beneficiario:

  • Il doppio del fondo salariale annuale dell’azienda per l’anno 2019 (compresi i contributi dei dipendenti e del datore di lavoro);
  • Il 25% del il volume di affari dell’anno 2019 realizzato dall’azienda;
  • La necessità di liquidita – sia per capitale circolante che per investimenti, sostenuto dai documenti giustificativi. In questa situazione, l’importo del prestito non può superare il valore della liquidità richiesta per i successivi 18 mesi, calcolati dal momento in cui il prestito è stato concesso.

Altre condizioni per l’erogazione:

  • La società non deve aver avuto arretrati negli ultimi 6 mesi (o avere avuto al massimo il livello A, B o C, nel Credit Risk Center);
  • Non si trova sotto il divieto di rilasciare CEC al 31.12.2019 e non risulta iscritta al database di C.I.P. (La Centrale degli incidenti di pagamento) negli ultimi 6 mesi precedenti al 31.12.2019
  • Non è in situazione di insolvenza

I beneficiari dovranno presentare una dichiarazione scritta con cui si assumono la responsabilità che, fino al 31.12.2020, manterranno occupato il personale che avevano alla data della pubblicazione dell’Ordinanza (04.04.2020).

Non possono usufruire di garanzie nell’ambito del programma per le PMI i seguenti settori di attività: giochi d’azzardo e scommesse, produzione o vendita di armi, munizioni, esplosivi, tabacco, alcool, sostanze sotto il controllo nazionale, piante, sostanze e preparati stupefacenti e psicotropi, attività investigative e di protezione.

Lo Stato romeno ha inoltre previsto il pagamento differito per servizi di pubblica utilità - elettricità, gas naturale, acqua, telefono e servizi Internet, nonché il pagamento differito dell'affitto per le PMI che hanno interrotto totalmente o parzialmente la loro attività e che detengono il certificato di situazione di emergenza.

Per ulteriori informazioni su misure fiscali, doganali e giuslavoristiche chiamaci o scrivici, sapremo darti i contatti giusti! Tel. 0434 229823 info@finest.it

 

Contatti utili:

Ambasciata italiana a Bucarest: https://ambbucarest.esteri.it/ambasciata_bucarest/it/archivio-news/coronavirus.html

Str. Henri Coanda, 7, Sector 1, 010667 - Bucuresti

 Tel: 0040.21.305 21 00; 2128737

 Fax: 0040.21.3120422

 E-mail: ambasciata.bucarest@esteri.it

Sito: www.ambbucarest.esteri.it/Ambasciata_Bucarest    

 

Ambasciata romena in Italia:

Ufficio di promozione commerciale ed economica - Roma

Sede: Via Nicolo Tartaglia, 36 - 00197 Roma

Norina Boru - consigliere economico

Tel/fax: (+39) 06.97.657.493

E-mail: norina.boru@dce.gov.ro

 

AGENZIA - ICE PER LA PROMOZIONE ALL’ESTERO E L’INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE ITALIANE

Ufficio di Bucarest

Str. Clucerului, nr. 35 - sector 1

011363 Bucuresti, Romania

Tel: (004021) 2114240 - Fax: (004021) 2100613

E-mail: bucarest@ice.it  

 Sito: www.ice.it/mercati/romania

http://www.icebucarestnews.ro/ (per info/news su economia, fondi strutturali e gare nel Paese)

 

INVEST IN ROMANIA

c/o Ministry for Business Environment, Commerce and Entrepreneurship

152 Calea Victoriei Street, 1st District, Bucharest, postal code 010096

Foreign Direct Investment Department

Email: office@investromania.gov.ro;

Sito: investromania@investromania.gov.ro

Gallery


Download


Archivio news

Eventi & Meeting

Vai all'archivio »

© 2016 Società Finanziaria di Promozione della Cooperazione Economica con i paesi dell'est Europeo – Finest S.p.A.
Via dei Molini, 4 - Pordenone – Cap. Soc. € 137.176.770,15 i.v. – Reg. delle Imprese di PN e C.F. - P.IVA 01234190930 – R.E.A. n. 52124
Società Soggetta all'attività di direzione e coordinamento da parte di "Friulia S.p.A. – Finanziaria Regionale Friuli Venezia Giulia" con sede in Trieste